Sonett-Forum
Quel che il proprio valore e forza eccede, - Druckversion

+- Sonett-Forum (https://sonett-archiv.com/forum)
+-- Forum: Sonett-Archiv (https://sonett-archiv.com/forum/forumdisplay.php?fid=126)
+--- Forum: Sonette aus romanischen Sprachen (https://sonett-archiv.com/forum/forumdisplay.php?fid=857)
+---- Forum: Italienische Sonette (https://sonett-archiv.com/forum/forumdisplay.php?fid=821)
+----- Forum: Medici, Lorenzo de (https://sonett-archiv.com/forum/forumdisplay.php?fid=1109)
+----- Thema: Quel che il proprio valore e forza eccede, (/showthread.php?tid=17316)



Quel che il proprio valore e forza eccede, - ZaunköniG - 28.09.2007

Quel che il proprio valore e forza eccede,
folle è sperare o disiar d'avere.
S'alcun tien l'occhio fisso per vedere
il sol, né quel né altra cosa vede.
S'egli è vero il pensier d'alcun che il crede,
l'alta armonia delle celeste spere
vince i mortali orecchi; né volere
si dee quel ch'altri con suo danno chiede.
Ah, folle mio pensier!, perché pur vuole
giugner pietate alle bellezze oneste
della mia donna, agli occhi, alle parole.
Suo parlar men che l'armonia celeste
non vince, o il guardo offende men che il sole:
or pensa se pietà si aggiugne a queste!